fit
Alessandro Tricarico
Fotografo
Parata militare in occasione dell'anniversario dell'indipendenza lettone del 18 novembre 1918.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Tramonto nella cittadina di Livāni, a sud della Lettonia.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Una donna fa la spesa al mercato dietro la stazione centrale di Riga. Nel 2012 i dati del ministero del welfare lettone parlavano di 425 mila lettoni (1 su 5) che vivono con meno di 150 lats al mese (215 euro). © Alessandro Tricarico/Lgcom
Un palazzo abbandonato sulla strada verso la Letgallia, regione che confina con Russia e Bielorussia a sud-est del paese. La città principale di questa regione è Daugavpils, seconda città del paese per popolazione. La maggioranza degli abitanti di questa regione è di origine russa e il russo è la lingua più parlata. © Alessandro Tricarico/Lgcom
Un ragazzino nella periferia di Riga sale su un treno merci diretto verso il centro città.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Un veterano Lettone festeggia ai piedi del Monumento alla Libertà, a Riga, il 18 novembre, in occasione dell'anniversario dell'indipendenza della Lettonia.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Un nazionalista lettone partecipa alla fiaccolata in onore dei caduti combattenti lettoni caduti in guerra.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Un gruppo di donne intona canti nazionali lettoni sotto il Monumento alla Libertà l'11 novembre.© Alessandro Tricarico/Lgcom
La tomba di un combattente dell'Armata Russa nel cimitero ortodosso del quartiere di Maskavas, Riga.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Periferia di Riga. © Alessandro Tricarico/Lgcom
Case popolari abbandonate, tipiche dell'architettura sovietica, nella regione della Letgallia.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Un cimitero ortodosso nel quartiere di Maskavas, Riga.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Un uomo tiene in braccio sua figlia durante la fiaccolata dell'11 novembre. Ogni anno, infatti, in quella data si commemora la vittoria dell'esercito lettone contro l'Armata volontaria della Russia occidentale.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Una ballerina si esibisce durante una serata di cabaret in un albergo nella città di Jurmala.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Un ragazzo sulle rive del Pilsētas kanāls.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Una bambina passeggia nel cortile di un quartiere operaio, alle spalle dell'industria metallurgica di Liepaja (ora in bancarotta). © Alessandro Tricarico/Lgcom
Una casa nascosta tra gli alberi nella periferia di Riga. © Alessandro Tricarico/Lgcom
Il Pilsētas kanāls , fiume che passa nel centro della città di Riga.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Una ragazza aspetta l'inizio della proiezione di un documentario indipendente presso il Kaņepes Kultūras Centrs.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Ragazzi fuori dal Kaņepes Kultūras Centrs, centro culturale e punto di ritrovo per molti giovani di Riga.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Vista notturna di Maskavas, il quartiere di Riga con maggior numero di russi.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Una fabbrica nella regione della Letgallia. © Alessandro Tricarico/Lgcom
Vista notturna di Maskavas, il quartiere di Riga con maggior numero di russi.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Ragazzi discutono della situazione giovanile in Lettonia in diretta nei locali di Radio Naba, radio indipendente universitaria.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Una finestra del Leningrad, pub in stile Sovietico nel centro di Riga.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Un cane a guardia di un cortile nella periferia di Liepāja, a nord-ovest della Lettonia. © Alessandro Tricarico/Lgcom
Distribuzione di cibo presso una chiesa ortodossa di Riga. Nella capitale lettone esistono più di 30 mense come questa, quasi tutte gestite da ordini religiosi. Dopo Bulgaria e Romania, la Lettonia è infatti il terzo paese europeo con il maggior numero di cittadini a rischio povertà. © Alessandro Tricarico/Lgcom
Una casa rurale a sud della Lettonia. I boschi ricoprono il 40% della superficie della Lettonia.© Alessandro Tricarico/Lgcom
Un uomo in divisa ed una donna passeggiano nella piazza del Monumento alla Libertà nel giorno della festa nazionale per l'indipendenza.© Alessandro Tricarico/Lgcom